Ascoltarsi

Una delle capacità più difficili da acquisire è senza dubbio quella di ascoltarsi. Per un non musicista sembra un controsenso, ma chiunque suoni uno strumento sa che riuscire a concentrarsi contemporaneamente sulle difficoltà esecutive e su un ascolto costante in tempo reale del risultato non è affatto scontato.

Per noi pianisti si tratta di un ascolto "stereofonico", quindi ribadisco l'importanza dello studio a mani separate, che consente un controllo più attento e puntuale.

Incoraggio inoltre i miei studenti a registrarsi, in modo da ottenere un'obiettività impossibile da raggiungere durante l'esecuzione. All'inizio dello studio è molto arduo riuscire a dividere l'attenzione fra le difficoltà implicite nel suonare e la percezione esatta del risultato sonoro [...]

© 2016 - Caterina Vivarelli - Foto: Paola Fiorentini - Web design: Carla Marchisio